Soft Rain Top

Tecnologie presenti nel sistema Soft Rain Top:

Soft Rain Top va ad inserirsi in un tunnel di pretrattamento della verniciatura dove è già presente un impianto di trattamento dell’acqua di rete come ad esempio un impianto osmosi inversa o un impianto demineralizzatore. La sua integrazione consiste nella implementazione di una fase di nebulizzazione idraulica della soluzione osmotizzata o demineralizzata e di atomizzazione della soluzione nanotecnologica.

Sistema che differisce dal nostro master Soft Rain King perché non prevede la produzione dell’acqua osmotizzata necessaria al tunnel di pretrattamento.

Approfondimenti sulle tecnologie equipaggiate di serie nel sistema
Soft Rain Top:

Questa tecnologia ha lo scopo di abbattere e ridurre al minimo gli effetti causati dal trascinamento delle soluzioni acquose derivanti dall’avanzare dei manufatti metallici nel tunnel di pretrattamento.

Viene creato un circuito idraulico di travaso delle soluzioni acquose presenti nelle varie vasche utilizzando apposita strumentazione e componentistica dedicate, installate direttamente sul tunnel di pretrattamento mentre l’hardware del sistema fa parte dell’unità centrale.

Diventa indispensabile l’impiego di questa tecnologia qualora l’impianto sia munito di un sistema ad osmosi inversa.

Questo sistema può essere direttamente interfacciabile con il nostro dispositivo Soft Emergency, qualora sia installato in un dispositivo dedicato.

L’atomizzazione della soluzione nanotecnologica è stata sviluppata e brevettata da Soft Rain. Le caratteristiche della soluzione nanotecnologica e dei particolari ugelli per la atomizzazione sono personalizzabili opportunamente per ogni specifica installazione con lo scopo di garantire altissimi standard qualitativi sulle superfici metalliche trattate.

Soluzione nanotecnologica sempre conforme alla scheda tecnica del prodotto utilizzato. La soluzione applicata ai manufatti metallici non è soggetta ad inquinanti, in quanto viene preparata mediante un apposito sistema dedicato come se questa fosse preparata in un laboratorio. I manufatti saranno sempre investiti dalla stessa soluzione nanotecnologica. Bassissimo consumo del prodotto nanotecnologico. Assenza di difettosità dovute ad una soluzione non conforme. Il sistema non produce reflui da trattare, la nebulizzazione in eccesso viene recuperata e usata nel processo del tunnel di pretrattamento. L’atomizzazione può essere applicata a tutti i prodotti che non necessitano di un risciacquo finale. 

Se a questa applicazione viene associata la lettura dei manufatti in ingresso al tunnel di pretrattamento, sarà possibile controllare in maniera accurata l’erogazione della soluzione nanotecnologica.

Svolge la accurata funzione di ridurre in maniera drastica il residuo salino attraverso una nebulizzazione idraulica con soluzione osmotizzata pura – priva di inquinanti dovuti al processo – direttamente sui manufatti in transito alla fine dei vari risciacqui. La nebulizzazione avviene all’interno del tunnel di pretrattamento ed è creata con particolari ugelli idraulici con getti di diverso tipo e portata dimensionati opportunamente.

La soluzione osmotizzata è formata da acqua osmotizzata pura alla quale viene aggiunto in automatico un prodotto alcalinizzante il quale è anche un antiossidante ed inoltre evita temporaneamente l’auto asciugatura, verrà dosato in pochi ppm per metro cubo e questo assicura la riduzione di eventuali fenomeni di flash rust sui manufatti.

Questa procedura premia soprattutto l’adesione meccanica della pellicola termo indurente. Il suo funzionamento è caratterizzato da un particolare sistema hardware e software che tiene conto del fabbisogno di acqua.

Le stazioni di dosaggio Soft Rain possono essere impiegate su tutti i tipi di prodotti chimici utilizzati nelle linee di pretrattamento perché offrono una alta compatibilità chimica. Le stazioni sono completamente automatizzate e possono essere pilotate con diverse metodologie, quali µS, pH, redox, ecc..

Possono essere composte di una o più pompe dosatrici. Sono equipaggiate con la seguente componentistica:
– analizzatori elettrochimici specifici
– sonde, elettrodi specifici per l’impiego
– pompe dosatrici con elevata compatibilità chimica e con diverse tipologie di portata in l/h a seconda dell’impiego
– lance di aspirazione, valvole di iniezione prodotto chimico
– sistema di trasporto della soluzione acquosa da analizzare
– sistema di pulizia automatica dell’intero circuito idraulico e quindi dei vari sensori o elettrodi

A seconda della tipologia di apparecchiatura scelta possono essere installati all’interno della unità centrale (per i sistemi) oppure possono essere acquistati come singola fornitura ad uso specifico (dispositivi).

Questa tecnologia è fornita in qualsiasi sistema che preveda l’utilizzo del monitoraggio dei parametri relativi al tunnel di pretrattamento con l’obiettivo di mantenere inalterata nel tempo le funzionalità.

Questa particolare tecnologia che equipaggia i nostri sistemi ha una importanza particolare perché assicura una corretta estrapolazione dei dati ricavati dalle sonde e dagli elettrodi mantenendoli costantemente puliti ed evitando così l’impiego di risorse umane per la manutenzione.

Un sistema software combinato con un hardware dedicato consentono di ottenere la tecnologia sopra descritta.

In funzione della tipologia del tunnel per poter applicare correttamente le nanotecnologie è possibile usufruire di:
– intero modulo applicativo
– aspirazione forzata con espulsione in esterno
– lama d’aria di contenimento

Metal Plast Sistemi è in grado di progettare e realizzare sezioni di tunnel in acciaio inox su specifica per poter consentire l’uso in maniera corretta di prodotti nanotecnologici. Il tunnel è solitamente equipaggiato da una aspirazione regolabile mediante apposite serrande di parzializzazione e di una ventilazione forzata a lama d’aria che hanno lo scopo di confinare la zona di nebulizzazione nanotecnologica e di impedire il propagarsi all’interno del tunnel e all’esterno.

L’aspirazione e la ventilazione sono coordinati dalla unità centrale nel caso sia inserita in uno dei nostri sistemi.

La struttura in acciaio è autoportante e può essere realizzata in acciaio inox aisi 304 e 316.

Coppia di barriere fotoelettriche posizionate all’ingresso del tunnel di pretrattamento per ottimizzare la nebulizzazione e la atomizzazione. Con un encoder installato sul gruppo traino a catena si controlleranno i manufatti in ingresso

Monitora l’ingresso dei manufatti metallici ed invia dei segnali al PLC centrale che le elabora attivando e disattivando la nebulizzazione con soluzione osmotizzata e l’atomizzazione della soluzione nanotecnologica solamente quando è necessario.

Indipendentemente dal sistema scelto Soft Rain considera il recupero e quindi il riutilizzo della soluzione nanotecnologica reintroducendola nel processo di pretrattamento del tunnel.

L’overspray della soluzione nanotecnologica in eccesso viene convogliato all’interno di un serbatoio destinato al recupero, posizionato sotto al modulo applicativo del tunnel.

La soluzione nanotecnologica raccolta all’interno del serbatoio viene rilanciata da una pompa dedicata ad una vasca del tunnel di pretrattamento. Questa operazione consente di massimizzare il consumo delle soluzioni acquose, destinandole ad uno degli stadi del processo del pretrattamento dove è consentito impiegarle, miscelandole alla soluzione già presente in vasca.

 

Applicazione che controlla minuto per minuto tutti i principali parametri relativi alla linea di verniciatura, quindi del tunnel di pretrattamento, del traino a catena, del forno di polimerizzazione e del forno di asciugatura.

Questa tecnologia permette di settare eventuali allarmi di processo sul pannello operatore HMI e offre la possibilità di registrazione e archiviazione dei parametri monitorati. Verranno installati a bordo impianto tutti i sensori necessari, i quali interfacciandosi al PLC centrale consentiranno di estrapolare i dati richiesti.

Sul pannello operatore viene riportata graficamente la linea di verniciatura con tutti i parametri ricavati dal sistema. In maniera semplice ed intuitiva si potrà avere una istantanea sulle condizioni di processo.

Considerando gli ambienti polverosi in cui si installano le apparecchiature l’unità centrale è stata pensata e progettata per contenere tutta la componentistica al suo interno e mantenere integri i suoi componenti.

L’unità centrale è stata progettata suddividendo l’impianto in differenti aree (vani) di esercizio ed ognuna raggruppa la componentistica inerente alla tecnologia applicata in essa.

Vano Elettrico:
Touchscreen, pannello operatore semplice ed intuitivo, a colori di 10″, 15.6″ e 17″.
Interruttore generale.
Pulsante a fungo di emergenza per arresto immediato di tutte le attività pilotate dal sistema.
Quadro elettrico con PLC, alimentazione in bassa tensione e tutte le interfacce di controllo e di gestione.
Analizzatori elettrochimici.

Vano Idraulico e pneumatico:
Circuito idraulico equipaggiato con: pompe idrauliche ad alta pressione, valvole manuali e motorizzate elettricamente, filtri di diversa tipologia, regolatori di pressione, sensori di flusso, sonde, ecc…
Serbatoio per stoccaggio acqua osmotizzata.


Il sistema pneumatico è munito di una unità filtrante dell’aria in ingresso macchina e utilizza una serie di elettrovalvole per pilotare attuatori pneumatici.
Tutti i materiali dei dispositivi sono compatibili con le soluzioni, quali ad esempio PVC, PP, PVDF, PTFE, acciaio inox 304 e 16.

Ogni sistema che possiamo fornire, nella sua  configurazione standard prevede l’utilizzo di PLC industriali interfacciati ad un pannello operatore che è in grado di supportare la connessione ethernet.

I vantaggi nell’utilizzare il controllo remoto sono molteplici e garantiscono al cliente un servizio di controllo online su tutte le apparecchiature Soft Rain connesse. L’accesso avviene utilizzando un portale dedicato dove si ha la possibilità di configurare diversi terminali o device (smartphone, PC, tablet, ecc..) ed inoltre offre la possibilità di interagire, in base al tipo di login, con la apparecchiatura.

Resta l’ausilio della automazione industriale di ultima generazione della interfaccia operatore touchscreen HMI, remotabile se collegato alla rete attraverso cavo Ethernet per usufruire anche della teleassistenza per la diagnostica e l’intervento da remoto da parte dei nostri tecnici altamente specializzati.

©2022 Metal Plast Sistemi s.r.l